EnglishFrenchGermanItalianSpanish
Precedente
Successivo

"Pane per alleviare la fame e Luce per illuminare il futuro"

L’associazione Pan y Luz, che come recita il titolo nasce dal desiderio di aiutare le persone bisognose, muove i suoi primi passi il 15 giugno 2004, quando la presidente Kathrin Catenazzi e i due soci fondatori Rita Fratoni e Carlo Tomasetti indicono la prima assemblea generale. Senza dubbio la svolta avviene nel 1999, quando Kathrin (peraltro già attiva da 6 anni come volontaria in un’associazione umanitaria) compie il suo primo viaggio in Perù. Un viaggio che la farà innamorare dei colori, della vitalità e degli abitanti delle Ande. Una volta rientrata in Svizzera discute con Rita della possibilità di fondare una propria associazione e l’amica, impegnata come volontaria presso un ricovero per anziani e da sempre propensa ad aiutare il prossimo, accarezza l’idea di fare qualcosa di concreto per aiutare le popolazioni andine. Il sogno delle due donne prende finalmente vita quando Carlo, da sempre appassionato di America Latina, viene a conoscenza del progetto e si dice interessato a prendervi parte. I tre membri fondatori decidono di unire le loro forze e di creare un ponte diretto (senza tutte le lungaggini burocratiche che troppo spesso separano donatori e destinatari) fra la Svizzera e il Perù. Per svolgere al meglio l’arduo compito di gestire un’associazione umanitaria, nel 2003 Kathrin segue un corso fair-play di aiuto allo sviluppo presso la Romero-Haus di Lucerna; ed è proprio l’aiuto allo sviluppo il perno attorno al quale ruotano le attività promosse da Pan y Luz. L’associazione infatti si prefigge di gestire molti piccoli progetti ambientali e sociali, i quali hanno come obiettivo quello di generare risorse utili agli abitanti nel pieno rispetto degli usi e costumi locali. Per citare alcuni esempi concreti Pan y Luz si è distinta per aver partecipato attivamente a un progetto di allevamento di trote e di galline a Mantoclla (2007-2008); per aver finanziato parte della ricostruzione di 16 case dal terremoto 2007 nei distretti di Subtanjalla e Pueblo Nuevo (regione di Ica); per aver contribuito alla costruzione del centro doposcuola di Nazca; per aver regalato una piccola festicciola di Natale (2011) ai bambini di Mato-Huata; ecc. Gli ambiti in cui si può e si deve intervenire sono molti, per questo Kathrin, Rita, Carlo e tutti i soci di Pan y Luz vi invitano ad aderire al loro sogno di assicurare agli abitanti del Perù e ai loro bambini un futuro migliore. Al pane, indispensabile per alleviare i morsi della fame; alla luce, necessaria al progresso, sempre secondo una logica eco e socio-compatibile; 
vogliamo aggiungere un’ultima parola: solidarietà.

I nostri progetti

Ultime notizie

I nostri eventi

Nessun evento trovato!